5 giugno 2018 – Lugagnano (PC) – Campionato Italiano giovanile a squadre

Importante tappa del campionato italiano MTB giovanile per squadre in quel di Lugagnano, in Val D’Arda a pochi passi da Piacenza. Circuito di primaria importanza nazionale sul quale negli scorsi anni si sono svolte diverse gare titolate e come di consueto la società organizzatrice aveva organizzato tutto al meglio in attesa di moltissimi biker provenienti da tutta Italia.
Ma il tempo è arrivato impietoso e ha messo a dura prova prima la macchina organizzatrice e poi i biker scesi in pista. Sabato pomeriggio infatti si è riversato sul circuito una quantità di pioggia incredibile che ha costretto gli organizzatori ad effettuare tagli e modifiche per poter garantire la fattibilità dell’evento. Una bomba d’acqua in pochi minuti ha cambiato repentinamente l’aspetto del percorso.
I primi a schierarsi al via domenica mattina, gli esordienti, si sono trovati ad affrontare un percorso al limite della praticabilità. I saliscendi erbosi della Val D’Arda sono diventati un calvario per biker, costretti a percorrere diversi tratti a piedi in stile ciclocross, e per i mezzi meccanici, molte infatti le rotture a causa della morsa di fango che imprigionava le biciclette. Partenza su asfalto e poi via sui saliscendi di Lugagnano si allunga il lungo seprpentone degli esordienti che lottano a denti stretti più contro il trerreno che contro gli avversari. Tra i biker impegnati anche Filippo Musso, il biker novese purtroppo con un posto in griglia in quinta fila non si perde d’animo e si getta in mezzo al fango senza nessun timore. Al primo passaggio il biker novese transita in 14esima posizione ma dimostra una buona dimistichezza di guida nonostante le avverse condizioni del terreno più simile ad una pista da sci che un tracciato da MTB. Buona anche la “gamba” e in salita recupera posizioni fino ad entrare nella top ten chiudendo con un ottimo ottavo posto.
Presente un’altro esponente della scuola novese, Enrico Calcagno, della categoria Junior che è sceso in pista nel primo pomeriggio. Il sole che riscaldava il tracciato ha fatto si che il fango incomiciasse ad asciugare ma in tal modo il terreno si è trasformato in una morsa collosa. In queste condizioni moltissime le rotture meccaniche che hanno costretto diversi biker al ritiro. Anche Enrico partenza indietro nella griglia e quindi gara in rimonta. Rimonta che si è rivelata molto difficile da poter effettuare per le enormi difficoltà date dal tracciato con ancora diversi punti da percorrere a piedi. Calcagno riesce comunque a portare a termine la prova tagliando il traguardo in 30esima posizione stremato con le fornze ridotte al lumicino.
Una prova di carattere per i ragazzi novesi che non si sono tirati indietro e sono scesi in pista con la solita grinta che li contraddistingue.
Prossimo appuntamento per la scuola MTB di Novi Ligure per sabato 12 maggio, in veste di organizzatore. Si disputerà infatti in quel di Tassarolo il primo Trofeo colline di Tassarolo appunto. Una gara di MTB per le categorie giovanissimi, dai 7 ai 12 anni, prima prova del trittico “Estate short track 2018” con le gare di Ovada del 30 giugno e di Trisobbio del 5 luglio.

29 aprile 2018 – Pecetto di Valenza (AL) – Gold Race

Grande giornata di ciclismo domenica 29 aprile a Pecetto di Valenza. Moltissimi bikers si sono dati appuntamento sulle colline valenzane per disputare la cosiddetta “gold race” organizzata dal Team La Fenice. Squadra al completo per la compagine novese de I Cinghiali grazie al fatto che la gara era aperta a tutte le categorie. Fino dal mattino presto i ragazzi e i tecnici novesi si sono ritrovati sotto i gazebi del team per prepararsi alla lunga giornata di gare.
Sull’impegnativo tracciato di Pecetto, con alcuni passaggi molto difficili e tecnici, i primi a schierarsi sulle griglie di partenza sono stati i ragazzi Junior. Partenza in punto alle ore 9:00 con ben quattro giri da affrontare più un giro più corto cosiddetto “di lancio” tale da sgranare il gruppo prima di entrare nei sentieri single track per più di un’ora di gara. Buono lo spunto inziale di Enrico Calcagno che scollina dopo la prima salita a ridosso della top ten del gruppo. Più indietro nella griglia Andrea Parodi che rimane nel gruppo degli inseguitori. Lungo la pista tecnica e nervosa si snodano i tanti ragazzi al via; Calcagno sembra avere un ottimo ritmo e nell’arco della gara risale alcune posizioni fino a tagliare il traguardo in nona piazza. Sfortunata invece la gara di Parodi che nel tratto tecnico della pietraia in discesa commette un errore di guida che gli causa la foratura della gomma anteriore e lo costringe al ritiro anzitempo.
Chiusa la gara degli Junior è stata la volta degli Esordienti che si contendevano il titolo di campione regionale. Infatti la gara di pecetto era valida come prova unica per l’assegnazione delle maglie di campione regionale di specialità.
Buona la posizione in griglia, grazie agli ottimi risultati delle gare precedenti, per Filippo Musso che partiva dalla seconda fila. Schierati al via anche Mattia Bauce e Silvano Alessia.
Molto concentrato e determinato Filippo Musso parte subito alla grande arriva ai piedi della prima salita in decima posizione ma fa subito valere le sue doti di scalatore tanto da arrivare allo scollinamento già in terza posizione. Sembra non avere problemi a mantenere l’altissimo ritmo di gara imposto dai battistrada che però sembrano avere preso un buon margine su Filippo. Colpo di scena all’ultimo giro quando il secondo in un tratto tecnico cade lasciando il secondo gradino del podio al biker novese che dimostra di essere ai vertici regionali di categoria. Ancora indietro con la prepararazione Bauce chiude nelle retrovie. Sfortunata la domencia di Alessia Silvano che al secondo giro perde il controllo della sua bicicletta e le causa una bruttissima caduta tanto da dovere ricorrere alle cure mediche. Per lei uno stop di due settimane per ristabilirsi e ripartire.
Ultima gara della mattinata quella degli allievi. Ottimo l’avvio di Riccardo Daglio che parte a tutta con il gruppo dei primi. Per loro quattro giri del percorso, Daglio cede un pò il ritmo iniziale e arretra un pò nel gruppo chiudendo molto provato in 28esima posizione. Molto provato ma chiude comunque la sua gara Alberto Grassano.
Moltissime le presenze dei ragazzi della scuola MTB novese nelle categorie giovanissimi con ben 19 partenti.
Ottima la prestazione generale della squadra con tanti piazzamenti e con la vittoria nella categoria G3 di Giovanni Bosio. Al debutto tra i più piccoli Teora Marco. Per la categoria G2 buono il sesto posto di Elia Corte, mentre Borsa Mattia, anch’egli alle prime esperienze agonistiche, chiude un pò più arretrato. Come già detto vittoria per i G3 di Bosio Giovanni che scappa fin dal primo giro e con un ritmo elevato riesce ad infliggere un ampio margine al secondo. Sfortunato Cesare Girotto che partendo dalla coda del gruppo rimane imbottigliato negli stretti passaggi del percorso e non riesce a risalire più in la che una decima piazza che non onora la sua velocità in pista. Buona la partenza di Simone Grenghi, alla sua prima gara, che parte alla grande ma paga il ritmo elevato e chiude così in una onorevole dodicesima posizione.
Sfortuna alle estrazioni per le griglie nella categoria G4 che vede ben 4 ragazzi di Novi schierati al via ma tutti in ultima fila, su un percorso dove la posizione dipartenza era determinante riescono comunque a risalire in classifica ma non raggiungono la top ten.
Avvincente la gara della categoria G5 con un avvio alla grande per Federico Fiorone. Molto grintoso e veloce Filippo Guido risale diverse posizioni fino a chiudere quinto in una gra dal ritmo molto alto. Sesto finisce Jacopo Baccaglini sempre pronto a non risparmiarsi. Murgioni Umberto nonostante una non buona avvio al primo giro si prodiga in una rimonta che lo porta sotto il traguardo in decima piazza.
Diversi gli esponenti novesi nella categoria G6 con un ottimo Tommaso Bosio che sfiora il podio chiudendo in quarta posizione. Buona tecnica e otiima velocità per Pietro Moncalvo ottavo.
Undicesimo e dodicesimo chiudono rispettiuvamente Federico Barbieri e Vasco Pastorino su un percorso molto duro visto che dovevano affrontare una parte del percorso dei più grandi.

 

22 aprile 2018 – XCO nazionale giovanile – Terme di Tabiano (PR)

Nuova esperienza per i ragazzi de I Cinghiali di Novi Ligure. Domenica 22 aprile alcuni portacolori della squadra novese di MTB hanno avuto la loro prima esperienza in gara a carattere nazionale. Si è corsa vicino a Salsomaggiore Terme infatti una gara valida come nazionale giovanile a cui hanno presenziato squadre provenienti da tutta italia. Ottima esperienza di crescita agonistica visto l'alto livello tecnico dei partecipanti. Da quest'anno la scuola novese ha pianificato la partecipazione a gare di carattere nazionale, campionato italiano ed europeo e qualche gara anche in svizzera, terra dei più forti biker attualmente sulla scena mondiale.
Puntualissima alle 9 la partenza per gli esordienti maschi, ragazzi di 13 e 14 anni, con un Filippo Musso al via molto carico per questa sua partecipazione di carattere nazionale.
Nonostante una non favorevole posizione in griglia di partenza comunque Filippo è spuntato in maniera perfetta dalla quinta fila per cercare di guadagnare subito posizioni sulla prima salita iniziale. Salita di 1 km in cui si poteva fare la differenza, Musso riesce in questo primo tratto a risalire e al primo passaggio a metà percorso transita in undicesima posizione. Alto il ritmo di gara con i primi tre che tendono subito a scappare via nella seconda parte del percorso all'interno del bosco, la parte dove era molto più difficile sorpassare. Le prima battute di gara sono ad un ritmo elevato che Filippo sembra sostenere nel migliore dei modi, anzi nei tre giri previsti rimonta diverse posizioni tagliando il traguardo in sesta posizione. 
Terminata la gara dei maschi è stata la volta delle femmine, anche'esse molto numerose e agguerrite. Alessia Silvano e Matile Tacchino entrambe esordienti hanno affrontato un percorso con alcuni tratti estremamente tecnici e di notevole impegno fisico. Buone le prove delle ragazze con la Silvano che termina in dodicesima posizione e Tacchino in quattordicesima. Al via alla gara nazionale anche la categoria Junior, presente Enrico Calcagno. Buono lo spunto in partenza che lo porta nel gruppo che guida la corsa sulla prima lunga salita ma purtroppo nel primo single track in discesa un salto di catena costringe il biker a fermarsi per sistemare la noia meccanica. Purtroppo essendo successo nelle prime fasi di gara con il gruppo ancora compatto vede Enrico costretto a ripartire dall'ultima posizione. Senza perdersi d'animo a testa bassa Calcagno forza per due giri per risalire posizioni. Ma con il caldo della giornata Enrico preferisce gestire la situazione senza attaccare per altri due giri e riservarsi un ultimo giro ad un ritmo più elevato. Supera infatti ancora diversi avversari durante l'ultimo giro e finisce in ventesima posizione. Sicuramente una posizione di classifica che non ripaga il buono stato di forma di Enrico, svantaggiato dala salto di catena.
Gara di carattere regionale per i più piccoli delle categorie giovanissimi, impegnati con la seconda prova del Trofeo Primavera. Affollattissima di bambini tanto da costringere gli organizzatori a doppie manche in quel di Canelli. Divertente il percorso artificiale con curve paraboliche, salti, dossi per il divertimento di tutti gli intervenuti. Ottima la prestazione di squadra della scuola di MTB I Cinghiali con 14 bambini presenti. Nonostante abbia iniziato da pochissimo con le gare, ottima grinta e un settimo posto per Tommaso Fossati nei G2 e buona performance nella stessa categoria per Elia Corte che chiude nella top ten. Due podi nella categoria G3 corsa su due manche con un terzo per Giovanni Bosio e un'altro terzo per Cesare Girotto. In crescita, nonostante un piccolo infortunio al piede per Nicolò Corte dei G4, che ha disputato una bellissima gara chiudendo nono; sembra invece non riuscire a togliersi la sfortuna da dosso Davide Simonelli, veloce biker novese, che in queste prime gare è stato bersagliato da problemi in corsa, per lui un contatto con un avversario nei primi metri di gara lo hanno costretto a ripartire dal fondo del gruppo ma si è prodigato in una forsennata rimonta che lo ha visto finire a ridosso della top ten in undicesima piazza.
Sempre per i G4 si conferma molto rapido Tommaso Trezza che finisce quinto dopo un lungo duello con alcuni avversari, Simone Fracchetta dopo un non facile avvio chiude diciottesimo.
Come sempre rapido in partenza Jacopo Baccaglini, spunta benissimo dal gruppo e tiene il passo per alcuni giri ma purtroppo a causa del gran caldo e del ritmo iniziale sostenuto, perde posizioni finendo tredicesimo. Ottima le prestazioni di Umberto Murgioni, scattato ottimamente al via si porta nel gruppo di testa e tiene il ritmo per tutta la durata di gara finendo quinto; più sfortunato Federico Fiorone chiamato ultimo in griglia di partenza ma nonostante ciò si prodiga in un fantastico recupero che lo porta fino al settimo posto.
Ultima gara di giornata per i più grandi della categoria G6. Bellissima gara per Tommaso Bosio, il forte portacolori novese ha fatto una gara al di sopra delle righe. Lo spunto inziale a causa del tanto traffico in partenza lo vede transitare negli inseguitori che tentano di raggiungere il gruppetto di testa. Al primo pasaggio è nono ma senza risparmiarsi macina terreno e avversari fino a tagliare il traguardo stremato in terza posizione, in volata con il secondo. Federico Barbieri della stessa categoria sfiora la top ten giungendo in undicesima posizione.
Appuntamento per tutta la squadra al completo domenica 29 Aprile in quel di Pecetto di Valenza dove correrranno tutte le categorie giovanili.

8 aprile 2018 – Young MTB Trophy – 1^prova – Grinzane Cavour (CN)

Cinghiali in terra di vino

La squadra novese, la cui maglia parla di Cortese di Gavi, conquista un secondo posto di rilievo in terra di Barolo.

Il teatro di gara è stato a Grinzane Cavour, a pochi KM di distanza da Alba, in una fantastica location di colline sovrastate dal castello di Grinzane dichiarato patrimonio dell'Unesco, immersi tra splendidi vigneti. E' stata una domenica piena di competizioni, fin dal primo mattino si sono susseguite gare fino al tardo pomeriggio con record di iscritti in tutte le categorie tanto da costringere gli organizzatori ad un super lavoro di preparazione delle composizioni dei partenti. Corridori provenienti soprattutto dal Piemonte in quanto la gara era valida come prima prova del campionato regionale ma anche da regioni limitrofe come Liguria e Lombardia.

Presente anche i rappresentanti de I Cinghiali, che hanno iniziato la giornata subito alla grandissima. I primi a scendere i pista sono stati gli Esordienti; tre i gara i ragazzi di Novi Ligure: Filippo Musso e due ragazze Alessia Silvano e Matilde Tacchino.
Prima partenza per il nutrito gruppo dei maschi con Filippo Musso che si porta subito nelle posizioni di testa fin dalla prima lunga salita. La gara si delinea subito con la lepre di testa Carlo Bonetto e a seguire il biker novese. Sembra di rivivere i duelli della scorsa stagione dove i due hanno combattuto per tutta la stagione lasciando ben poco spazio agli avversari. Bonetto cerca di allungare subito forzando il ritmo e Musso fa altrettanto nei confronti del terzo concorrente. Tutte le battaglie avvengono infatti alle loro spalle e la gara termina con Bonetto primo Musso secondo staccati da tutti gli altri di un notevole vantaggio.
Ottima la prestazione di Filippo in campo regionale e una notevole iniezione di fiducia per il prosieguo del campionato.
Seconda partenza per le ragazze che impongono subito un ritmo molto alto anche loro. Alessia Silvano parte molto forte e paga un piccolo errore nella salita ma chiude comunque con una ottima quinta posizione e subito settima Matilde Tacchino, entrambe alla prima esperienza nella categoria esordienti.
Alle 11 in punto partenza degli Allievi con Riccardo Daglio in rappresentanza della squadra novese. Spunto fortissimo, tanto da fare le prime parti di gara in testa alla corsa, che forse lo fa andare un pò fuori giri e quindi costretto ad abbassare un pochino il ritmo elevatissimo. A metà gara si assesta vicino alla top ten e sembra poter mantenere un buon passo, infatti termina la gara in dodicesima posizione. 

Al pomeriggio gare dedicate invece alle categorie giovanissimi, una nuvola di bambini si sono sfidati all'interno del bike park ai piedi dal castello con molto divertimento da parte di tutti.

25 febbraio 2018 – 1^ prova Giro di Savona MTB – Quiliano (SV)

25 febbraio 2018 – Quiliano (SV)

Nonostante l’allerta meteo in tutta la Liguria la stagione di MTB giovanile è partita domenica scorsa in quel di Quiliano in provincia di Savona. Le previsioni meteo dei giorni precedenti davano neve e temperature rigide con molti gradi sotto lo zero. Fortunatamente la neve non è arrivata ma le temperature erano veramente molto basse aggravate del vento che ha picchiato sulle alture di Quiliano dove era dislocato il tracciato di gara. Il vento forte ha però asciugato il terreno e quindi il percorso era in ottime condizioni. Si è corso su un anello di 3,5 km da percorrere diverse volte in base alle varie categorie.
All’esordio nelle categorie giovanili Filippo Musso (esordiente primo anno), che risalito in bici da poche settimane a causa di uno stop forzato di due mesi per una operazione ad una gamba, ha dimostrato grinta come sempre e non si è risparmiato chiudendo nella top ten di categoria. Un nono posto che è solo un punto di partenza per la lunga stagione.
Al via nella categoria Allievi Riccardo Daglio, sempre pronto a scendere in pista in qualsiasi condizione meteo.
Ricky ha condotto una gara con un buon ritmo anche confermato dai rilievi cronometrici che hanno manifestato una costanza sui tempi giro. Ha sfiorato per poco la top ten combattendo con avversari di spicco provenienti dalla Liguria, Piemonte, Lombardia e Valle D’Aosta.
Ora per i biker di Novi Ligure ancora un pò di settimane di preparazione per poi ricomniciare con le gare da metà marzo. I giovanissimi saranno impegnati il 18 Marzo ad Acqui Terme mentre i più grandi a Laigueglia.

 

domenica 3 settembre – MTB Trophy – Trivero (BI)

“I Cinghiali colpiscono ancora. Dopo una breve pausa estiva, il Team Novese riprende alla grande la sua attività agonistica, collezionando subito due primati”

Domenica 03 settembre a Caulera di Trivero, nelle Prealpi Biellesi, si è svolta la penultima gara del campionato regionale
“MTB Trophy 2017” dedicato alle categorie dei giovanissimi, che ha unito la partecipazione di Scuole di Mountainbike provenienti da regioni diverse (Piemonte e Valle d’Aosta).
L’ evento sportivo si è svolto presso l’Oasi Zegna, una meravigliosa area naturalistica le cui radici risalgono agli anni trenta, quando l’imprenditore Ermenegildo Zegna, fondatore dell’omonimo gruppo, dopo aver creato a Trivero la sua impresa, si dedicò a valorizzare il suo paese natale, costruendo un centro dedicato alla salute, alla formazione, allo sport e al tempo libero dei suoi concittadini.

Il paesaggio montano ha consentito la creazione di un percorso divertente, dove la tipologia del territorio ha reso possibile un tracciato molto tecnico, caratterizzato da whoops, single-track, salite e discese su pietraie, in parte all’interno e fuori dal bosco.
Alle h 14:30 la partenza puntuale della categoria dei piccolissimi, la Promozione Giovanile. A seguire la categoria G1, dove Elia Corte ha corso in rappresentanza del Team Novese, conducendo una buona gara e aggiudicandosi il quarto posto, malgrado una caduta iniziale nella quale sono stati coinvolti diversi partecipanti.
Nella categoria G2, la fantastica vittoria di Cesare Girotto che, dalla grglia di partenza al traguardo, ha mantenuto ininterrotamente il primo posto.
Per la categoria G3, una gara combattuta per Tommaso Trezza e Nicolò Corte, che rispettivamente si sono qualificati al quarto e settimo posto.
Bellissima performance di Umberto Murgioni, della categoria G4, che ha conquistato il secondo gradino del podio, confermando così la sua crescita agonistica. Giacomo Soriente si qualifica invece in dodicesima posizione.
Buona soddisfazione anche nella categoria dei G5, dove Giulio Giacomo Landolina si aggiudica il secondo posto, dopo aver battagliato tutta la gara per la conquista del primo gradino podio. Pietro Moncalvo è partito bene e ha tenuto la terza posizione, ceduta solo nel finale, concludendo con un quarto posto. Per la compagine femminile, Alice Saponaro si qualifica terza.
Ultima categoria in gioco, quella dei G6, dove Filippo Musso, atleta di punta del Team Novese, conquista il terzo gradino del podio. Meritatissima la sua posizione, in quanto Filippo si è dovuto confrontare con avversari di un livello molto alto, dall’inequivocabile preparazione atletica.
Nella medesima categoria, anche Alessia Silvano si è aggiudicata il terzo gradino del podio.
La premiazione è cominciata con l’assegnazione del trofeo di squadra, dove I Cinghiali hanno avuto l’onore di vincere la classifica, seguiti dal Team Canavese al secondo posto e da Oasi Zegna al terzo.
L’ evento sportivo della giornata è stato dedicato alla memoria del giovanissimo Luca Bonino di Mosso, scomparso prematuramente all’età di 12 anni, nel febbraio 2017. Con grande commozione di tutti i presenti, il trofeo in questione è stato consegnato dal fratello di Luca, giovane biker e appassionato di mountainbike.

Sempre nella medesima giornata, da Caulera di Trivero (Biella) ci spostiamo a Casella (Genova), dove in occasione dell’ultima tappa della “6 ore” di Endurance, la squadra dei “grandi” del sodalizio Novese conquista la vittoria. Enrico Calcagno (categoria Juniores), Ricky Daglio e Tommaso Barbieri (entrambi categoria Allievi) si ritrovano nuovamente uniti nel disputare questa prova di forza, dove hanno compiuto 46 giri in 6 ore a un ritmo indiavolato e lasciando i secondi classificati a quasi un giro di distacco!
Purtroppo, per il gioco degli scarti, questa vittoria non consente di colmare il gap per la vittoria finale del circuito, che li vede chiudere con una seconda posizione assoluta. A parte il risultato conseguito, la “6 ore” di Endurance è stata un’ ottima esperienza di lavoro, sia a livello di gruppo che per i singoli atleti del Team Novese.
Un plauso va agli organizzatori del circuito ed un grande “in bocca al lupo” per il nascente Casella Bike Park che ha ospitato la gara di domenica 03 settembre.

Campionato Provinciale MTB esordienti-allievi – Pian del Poggio

“Con tende e biciclette i Cinghiali conquistano Pian del Poggio: primi assoluti nella classifica a squadre del Trofeo delle 4 Province di mountainbike”

Straordinaria partecipazione della squadra Novese che, sabato 15 luglio, si è accampata a Capanne di Cosola (provincia di Alessandria) per poi conquistare le classifiche del “Trofeo delle 4 Province” che si è svolto domenica 16 a Pian del Poggio (una frazione di Santa Margherita di Staffora, nella provincia di Pavia), crocevia del confine di tre regioni che s’incontrano proprio in quel punto dell’ Appennino.

L’aria fizzante del mattino, dei 1400 mt di altitudine, si è cominciata a scaldare subito poco prima del via della gara per Esordienti e Allievi, valida come prova unica per l’assegnazione dei titoli di “campioni provinciali mtb 2017”.
Alle 11 in punto infatti, Esordienti primo e secondo anno hanno corso su un tracciato molto impegnativo per le ripide salite, in quella che era la pista da sci. Per gli Esordienti secondo anno si sono schierati Michele Gay e Alberto Grassano che hanno chiuso rispettivamente quarto e quinto, nonostante un piccolo problema tecnico per Michele.
Per gli Esordienti primo anno invece, ottimo lo spunto iniziale di Nicolò Fiorone che ha preso subito la testa della corsa, scollindando nel punto più alto in prima posizione, cedendo poi il comando al suo più diretto avversario, forse a causa di una partenza “a tutta” che gli ha consumato parecchie energie per mantenere il ritmo che aveva imposto inizialmente alla gara. Nicolò ha concluso in quinta posizione, seguito da Samuele Pastorino in sesta, settimo Simone Aguiari, Mattia Bauce ottavo e Saverio Manca nono.

Poi è stata la volta degli Allievi, con l’esponente de i Cinghiali Tommaso Barbieri favorito in partenza per la conquista del titolo provinciale.
Partito in maniera accorta, senza spingere troppo sulla salita iniziale, ha guadagnato posizioni per tutto l’arco della gara, fino a chiudere terzo assoluto e primo atleta della provincia, conquistando così la maglia bianco crociata. Ottima la prestazione di Andrea Parodi, altro portacolori del team novese, che chiude in quinta posizione e che continua a crescere di gara in gara, dimostrando un’ ottima predisposizione per la salita.

Molto numerosi i bambini, dai 7 ai 12 anni, presenti per disputare la quinta prova del challenge Alexandria Cup, che si è svolto nel pomeriggio davanti a una platea gremita di genitori e turisti.
Con partenze invertite dalla consueta scaletta, il challenge è iniziato con i dodicenni più esperti della categoria G6. L’ esponente de I Cinghiali, Filippo Musso, si sta distinguendo sempre più da inizio stagione. Con una partenza in testa, ha poi dovuto cedere la posizione al suo “unico” avversario Carlo Bonetto. Da inizio stagione, i due biker si stanno giocando tutte le gare senza lasciare spazio a nessun altro ragazzo, per l’altissimo livello che li accomuna. Filippo si è aggiudicato il secondo gradino del podio. Bene anche la compagine delle ragazze, su un percorso impegnativo e con molti passaggi tecnici; che hanno chiuso in quarta posizione Alessia Silvano e in quinta Matilde Tacchino.

Entusiasmante la gara della categoria G5, dove gli esponenti de I Cinghiali presenti erano Giacomo Landolina, Pietro Moncalvo e Vasco Pastorino. Molto numerosi i ragazzi partenti in questa categoria, quindi importante la posizione in griglia. Al via, dopo poche tornate, Landolina riesce a portarsi subito in seconda posizione a stretto contatto con il primo. Moncalvo invece, partendo in ultima fila, fatica a risalire un pò nel traffico del primo giro, ma non appena arriva alla prima lunga salita, riesce a conquistare la terza posizione che mantiene egregiamente fino alla fine. Davanti è un duello tra Landolina e D’Urso, esponente de La Fenice, che mantiene comunque la prima posizione. Il portacolori novese però non lo molla neanche di un millimetro. A poche curve dal traguardo, a causa di una scivolata del primo che si sentiva Landolina alle calcagna, la strada viene spianata all’alfiere della squadra novese, che conclude vittorioso la sua gara. Regolare la gara di Vasco Pastorino che, a causa di una non perfetta partenza, ha dovuto correre in rimonta chiudendo con una più che onorevole sesta posizione.

Sempre folto il gruppo di ragazzi novesi in rappresentanza della categoria G4. Anche in questa categoria, molto coinvolgente la battaglia tra i primi due per contendersi la vittoria: Pietro Pernigotti (La Bicicletteria) e il corridore novese Filippo Guido.
Con un bellissimo e corretto gomito a gomito per tutta la gara, il portacolori di Acqui Terme vince con Guido, a pochissima distanza sul traguardo. Nonostante un problema meccanico della sua bicicletta, Jacopo Baccaglini chiude in sesta posizione, seguito da Umberto Murgioni in settima, che dimostra prestazioni in crescita e ottima tecnica di guida. Federico Fiorone chiude la gara in undicesima posizione, a causa di una non perfetta condizione fisica. Lorenzo Fossati, svantaggiato dall’ultima posizione in griglia, tenta un difficilissimo recupero, visto l’alto livello di tutti gli avversari, terminando in tredicesima posizione.

Per la categoria G3 sale sul terzo gradino del podio Trezza Tommaso, che continua a dimostrare le sue ottime potenzialità che lo portano sempre nelle zone alte della classifica. Molto positiva anche la prova di Davide Simonelli che, grazie ad un ottimo recupero, guadagna la quarta posizione a ridosso di Trezza. Qualche errore di troppo ha relegato Nicolò Corte in nona posizione. Piazzati invece in decima e undicesima posizione, Simone Fracchetta e Giacomo Guastoni.

Cavalcata solitaria per Cesare Girotto, della categoria G2, che agguanta subito il comando della gara fin dalla prima curva, e allungando sugli avversari la mantiene fino al traguardo, senza che nessuno lo possa impensierire.

Ultima categoria di giornata i piccolini G1 di 7 anni, dove il grintoso Elia Corte chiude in una ottima seconda posizione. Molto bene la sua gara con una ottima partenza e un ottimo primo giro, dove riesce a librarsi dalla mischia degli avversari conquistando il podio. Sfortunata la gara invece per Lorenzo Tassistro, che subito dopo pochi metri si aggancia con un avversario, finendo così entrambi a terra. Ha la peggio il portacolori novese che, nella caduta, incastra la catena nel telaio della bici, perdendo molto tempo prima di riuscire a ripartire. Chiude in ottava posizione.

I Direttori Sportivi della squadra novese sono stati molto soddisfatti per i buoni risultati di tutti i componenti del Team, che hanno permesso alla scuola MTB I Cinghiali di aggiudicarsi il “Trofeo delle 4 Province” come “prima squadra assoluta”, completando egregiamente la più che positiva giornata.

XC Piemonte Cup – 7^ prova – S.Anna del Roero (CN)

“Buoni i risultati degli atleti de I Cinghiali. Tra caldo eccessivo, afa e polvere, conquistano posizioni nel challenge XC Piemonte Cup”

Domenica 09 Giugno si è svolta la 7° prova del campionato regionale “XC Piemonte Cup 2017”, dedicato alle categorie degli Esordienti, Allievi e Juniores. Malgrado il cielo fosse coperto da nuvole, la giornata è stata molto calda e afosa a Sant’Anna del Roero, il piccolo paesino della provincia di Cuneo che ha fatto da cornice al prestigioso trofeo di mountainbike.
Cinghiali avanti tutta! Dopo lo straordinario successo del Team Novese di domenica scorsa a Rovegno (GE), nell’ambito del challenge ligure di mountainbike di endurance “6 ore”, la compagine de I Cinghiali è stata nuovamente rappresentata dai seguenti atleti: Enrico Calcagno (Juniores), Andrea Parodi (Allievi 2°), Ricky Daglio (Allievi 1°), Michele Gay (Esordienti 2°) e Samuele Pastorino (Esordienti 1°).

La gara si è svolta su un percorso lungo 3 km: tre giri per gli Esordienti e Allievi 2° e due per gli Esordienti e Allievi 1°. Per la categoria Juniores, il percorso riservava una lunghezza doppia, di 6 km, da compiersi invece in tre giri. Il tutto si snodava tra i meravigliosi vigneti, in una parte del bosco e sulla strada asfaltata che faceva da ingresso al paese. Tecnicamente molto vario, per la presenza di salite con lunghezze e pendenze diverse e caratterizzato da lunghi single track su un fondo molto polveroso, dove la determinazione ed il carattere di ogni singolo atleta è stato messo a dura prova.
I primi a partire, puntuali alle h 9:30, sono stati gli atleti della categoria Juniores. Enrico Calcagno ha condotto un’ ottima gara mantenendo sempre una quinta posizione, perso però in prossimità del traguardo, perché si è girato a guardare un suo avversario, che in volata lo ha poi sorpassato. Ha concluso così in sesta posizione, dopo aver bevuto la bellezza di quattro borracce, a causa del caldo eccessivo e terribile afa, che provocavano un senso di soffocamento.
Alle h 11:30 le griglie di partenza hanno accolto invece Esordienti e Allievi. Ottima la prestazione di Ricky Daglio (Allievi 1°) che si è classificato settimo, dando prova della sua preparazione atletica e resistenza fisica alla fatica imposta dal percorso di gara. Andrea Parodi (Allievi 2°) si è qualificato tredicesimo e Michele Gay (Esordienti 2°) sedicesimo. Samuele Pastorino (Esordienti 1°) ha chiuso in quattordicesima posizione, dimostrando una grande forza di carattere, volontà e determinazione.

Anche in questa occasione I Cinghiali hanno conseguito un buon risultato. Malgrado la grande fatica, tutti gli atleti del Team hanno concluso la propria gara con divertimento e soddisfazione.
Il prossimo appuntamento previsto per gli atleti de I Cinghiali sarà domenica prossima, il 16 luglio, a Capanne di Cosola (AL), dove i Giovanissimi affronteranno la 5° prova del campionato provinciale “Alexandria Cup”, mentre Esordienti e Allievi saranno impegnati in una prova unica, anche questa valida per il campionato provinciale.

domenica 28 maggio – Trofeo Acos “I Cinghiali” – 2^ prova Trofeo Primavera

“Pedalando alla Festa dell’Acqua”
Domenica 28 maggio, in occasione della 20° Festa dell’Acqua, dell’Ambiente e della Solidarietà di Novi Ligure, la gara di mountainbike organizzata da I Cinghiali: “Trofeo Primavera 2017”.

Sempre più presente nella proposta degli eventi sul territorio Novese, la scuola di mountainbike “I Cinghiali” si aggiudica il merito di organizzare una prova di grande prestigio, appartenente al circuito regionale piemontese “Trofeo Primavera 2017”.
In occasione della 20° rassegna della “Festa dell’acqua, dell’ambiente e della solidarietà 2017”, organizzata da Acos S.p.a., Gestione Acqua S.p.a. e Gestione Ambienti S.p.a. (www.acoseventi.it), presso il Parco dell’Acquedotto “Pagella Bottazzi” di Novi Ligure (Strada Cassano 140), l’ASD mtb”I CINGHIALI”
(www.scuolamtbicinghiali.it) organizzerà un’importante gara di mountainbike che sarà valida come 2° prova del campionato regionale piemontese “Trofeo Primavera XCO 2017”.

Questo trofeo si rivolge alle categorie Giovanissimi G1-G6 (dai 7 ai 12 anni), maschili/femminili, tesserati FCI in regione; nel corso della mattinata si svolgerà inoltre la 4° edizione del “Trofeo Acos XC” per le categorie superiori (dai 13 ai 16 anni) Esordienti e Allievi maschili/femminili, tesserati in FCI.

La gara avrà luogo domenica 28 maggio dalle h 8 e si svolgerà su un percorso che è stato creato all’interno del Parco Acos, ma che sconfinerà anche nel territorio limitrofo. Grazie alla pulizia di sentieri nel bosco adiacente, si è potuto caratterizzarlo con diversi dislivelli e la presenza di numerose salite e discese, rendendolo così più tecnico e stimolante per le categorie superiori.

In questa occasione di festa, il “Trofeo Primavera XCO 2017” richiamerà la partecipazione di numerosi bambini e ragazzi concorrenti (sono infatti stimate circa 300 presenze), in quanto si rivolge a tutte le Scuole e Squadre di mountainbike del circuito regionale piemontese e delle regioni limitrofe.

Prima della gara, sarà riservato uno spazio dedicato al “Giocociclismo”, dove anche i bambini e ragazzi, di età compresa tra i 5 e i 14 anni, avranno la possibilità di pedalare su una parte del percorso di gara, giocando e divertendosi con la propria bicicletta.
Potranno così partecipare gratuitamente, sia bambini e ragazzini che non hanno mai frequentato una scuola di mountainbike (e che per questa occasione saranno coperti da un’assicurazione temporanea), che i bambini già tesserati presso la Federazione Ciclistica Italiana, appartenenti alla Categoria PG (Promozione Giovanile) e di età compresa tra i 5 e 6 anni.