Meeting Nazionale ALBA – 23/26 giugno

E’ toccato al Piemonte quest’anno, ospitare la manifestazione clou per il ciclismo giovanile. La location selezionata è stata la bellissima città di Alba che si è preparata e presentata al meglio per un evento così importante. Si è infatti corso la trentesima edizione del meeting nazionale per giovanissimi, una quattro giorni a 360 gradi nel ciclismo, una sorta di campionato nazionale per bambini e ragazzi con età che vanno dai 7 ai 12 anni, svoltasi dal 23 al 26 giugno. Alba ha ospitato più di 1500 ciclisti e relative famiglie e allenatori nel migliore dei modi con tanti servizi e riuscendo a gestire questa pacifica invasione senza nessun tipo di problema logistico.

La manifestazione è iniziata dal giovedì, giornata caratterizzata dalla apertura del meeting e relativa sfilata di tutte le squadre presenti. E’ stato un momento bellissimo, colorato, rumoroso, divertente, che ha accomunato le squadre partecipanti che hanno sfilato per tutto il centro di Alba. Sono stati assegnati premi alle squadre più fantasiose e caratteristiche; è stata già una gara questa senza biciclette che ha lasciato a bocca aperta i cittadini albesi che non avevano mai assistito ad una cosa del genere.

Le gare vere e proprie in bici sono iniziate il venerdì con le prove di MTB a cui ha partecipato la scuola di MTB I Cinghiali di Novi Ligure. La compagine novese ha partecipato esclusivamente alla specialità a loro consona e cioè le prove fuoristrada. Tantissime le batterie corse visto l’enorme afflusso di mini biker che ha invaso il campo gara posto in un bellissimo e verde parco cittadino. Il percorso preparato al meglio si è rivelato estremamente tecnico, tutti i componeti della squadra novese si sono dimostrati all’altezza delle difficoltà e nessuno si è fatto impensierire da un così nutrito parco di agguerriti avversari. “I ragazzi sono stati preparati nelle settimane precedenti l’evento” ha affermato uno dei maestri della scuola “proprio facendoli allenare su percorsi dal fondo molto simile, infatti non hanno avuto nessuna esitazione nel buttarsi nella mischia. I ragazzi alla prima esperienza titolata si sono già dimostrati maturi per affrontare gare di alto livello agonistico anche se da parte nostra l’obiettivo principale è quello di farli divertire e trascorrere alcuni giorn insieme ai propri compagni”.

Venendo alle cronache di gara l’acuto per il team si è avuto nella categoria G1, bambini di 7 anni, la prima categoria in cui i bambini possono iniziare a confrontarsi con gli avversari. Partito con le idee chiare di come avrebbe affrontato la gara, Girotto Cesare ha conquistato la seconda posizione nazionale ma lottando fino all’ultima curva con il vincitore. Già leader nel challenge provinciale Alexandria Cup ha dimostrato anche a livello nazionale le sue innate doti di guida e di abilità.

Sfiora il podio per un soffio, Trezza Tommaso giunto quarto nella categoria G2 (8 anni). Le potezialità per salire sul podio le ha dimostrate anche Guido Filippo, categoria G3 (9 anni), che è stato nelle prime tre posizioni per buona parte della gara fino a che un piccolo errore in una curva gli ha fatto perdere contatto dai primi tre giungendo al termine in quinta posizione. Buone le prestazioni di tutti gli altri atleti novesi, tutti giunti in buone posizioni nelle varie categorie. Ricordiamo i nomi dei componenti del team, tutti molto bravi in una gara così impegnativa per avversari e per il gran caldo che ha carattrizzato tutte le giornate di gara: Corte Nicolò (G2), Guastoni Giacomo (G2), Baccaglini Jacopo (G3), Fiorone Federico (G3), Murgioni Umberto (G3),

Moncalvo Pietro (G4), Pastorino Vasco (G4), Saponaro Alice (G4), Agresta Matteo (G5), Bottino Davide (G5), Silvano Alessia (G5), Fiorone Nicolò (G6), Pastorino Samuele (G6) e Trezza Mattia (G6). Un bravo a tutti!!

Entusiasti delle nuova esperienza anche i genitori che hanno accompagnato i bambini della squadra. “Siamo ritornati un pò tutti bambini in questi giorni, anche noi abbiamo avuto il piacere di partecipare alla sfilata….una bellissima emozione averla vissuta insieme ai nostri figli e poi tanta tensione vederli sfidarsi in pista, sicuramente eravamo più agitati noi dei bambini che finita la gara sono tornati a giocare tutti insieme ” ha detto una mamma presente sui campi gara.

“Resoconto positivo sia per un aspetto di unione del gruppo che di aspetto più sportivo” ci dice uno dei maestri “ora ritorniamo a casa e ci metteremo al lavoro per essere sicuramente presenti al meeting 2017”. La location è ancora da definire ma la scuola novese di MTB sarà presente con un gruppo ancora più numeroso di quello già nutrito dell’edizione 2016.