Alexandria Cup – 1^ prova – Acqui Terme

Alla prima prova dell’Alexandria Cup acuti di Girotto e Musso

L’ Alexandria Cup di mountainbike 2017 è partita. Il via del challenge è stato dato domenica 26 marzo in quel di Acqui Terme, presso il centro sportivo Mombarone, sotto l’egida del Team La Bicicletteria. Il challenge, dedicato alle categorie Giovanissimi dai 7 ai 12 anni, è composto da sei prove il cui termine è previsto nel mese di settembre.

Oramai diventato un trofeo rinomato nel mondo ciclistico giovanile, coinvilge sempre più squadre e bambini della provincia di Alessandria, ma non solo; ad Acqui Terme infatti erano presenti squadre provenienti dalla Liguria e Lombardia.

La scuola MTB I Cinghiali, già vincitrice assoluta delle ultime due edizioni (2015 e 2016) e sempre sensibile agli eventi proposti nel

territorio, ha partecipato con parecchi esponenti in tutte le categorie.
In questa occasione il presidente Gigi Fiorone ha dichiarato: “Noi maestri che lavoriamo con questi ragazzi, con dedizione e continuità, riteniamo che queste giornate siano anche un importante momento di aggregazione sia per il gruppo dei nostri giovani atleti che per le loro famiglie. Mi ha fatto molto piacere vedere come abbiano imparato a sostenersi a vicenda, sia nel momento della gara che fuori. Dal punto di vista agonistico, oggi ho potuto constatare come tutti loro abbiano dato il massimo e siano stati tecnicamente molto bravi. Tutto questo ci ripaga enormemente del lavoro che facciamo noi maestri, sia settimanalmente che nel lungo periodo di tutta la stagione”.

Ottimi infatti i risultati di tutte le categorie, sia maschili che femminili.

La giornata è iniziata con le partenze dei più piccoli; i G1, 7 anni, sono i primi a scendere in pista. Alle prime esperienze con le gare, dimostrano comunque grinta da vendere rispetto ai più grandi. Ha pagato un pò di inesperienza il piccolo cinghiale Corte Elia che, a causa di una partenza nelle retrovie e nella foga del recupero, è incappato in alcuni errori che hanno reso la sua gara in salita, fino al raggiungimemtp dell’ottavo posto finale.

Per la categorie G2 e G3, visto l’elevato numero di partenti, si è ricorso a batterie di qualificazione con finale tra i migliori classificati. Nei G2, non sono valsi a nulla gli sforzi degli avversari contro Girotto Cesare, che ha vinto la sua manche di qualifica replicando la vittoria anche in finale, dove dopo poche curve ha conquistato la prima posizione del gruppo mantenedola fino al traguardo.
Nei G3 ha dominato Trezza Tommaso, che non è riuscito però a confermare la sua posizione in finale, concludendo la sua gara sul terzo gradino del podio, dopo un’estenuante lotta fino alla linea di arrivo con il secondo classificato.
Buona la prova di Simonelli Davide che, nonostante essere caduto alla prima curva, ha poi recuperato posizioni fino al raggiungimento del quarto posto nella classifica finale. Mentre Giacomo Guastoni si è qualificato sesto e Corte Nicolò nono, Fracchetta Simone purtroppo non è riuscito a guadagnare la finale.

Combattuta la categoria G4 dove un quartetto di ragazzi si è conteso le prime posizioni durante tutto il percorso di gara. Nel quartetto c’era Guido Filippo, che ha lottato con grinta contro i suoi avversari, conquistando poi il terzo gradino del podio. Nonostante le loro sfortunate posizioni nella griglia di partenza, hanno invece dimostrato buona velocità Baccaglini Jacopo, Murgioni Umberto e Fiorone Federico, concludendo poi la loro competizione rispettivamente in decima, undicesima e dodicesima posizione.

La categoria G5, ha visto la partecipazione di due esponenti maschili e una femminile. Moncalvo Pietro, a causa di un errore fatto in partenza, ha fatto una gara in salita conquistando comunque il sesto posto. Alle sue spalle, in settima posizione, Pastorino Vasco con grande bravura e determinazione. Per quanto riguarda invece la categoria femminile, bravissima Saponaro Alice che ha conquistato il terzo gradino del podio.

Ultima gara di giornata quella dei dodicenni, la categoria G6. Nella gara maschile predominio assoluto di Musso Filippo, che con una partenza accorta dopo poche curve si è sbarazzato dei suoi avversari, conquistando il primo posto con un distacco incolmabile. Buone soddisfazioni anche per la categoria femminile, grazie alla terza posizione di Silvano Alessia che ha condotto una gara dove non si è risparmiata e al risultato di Tacchino Matilde che si è posizionata ad un passo dal podio.

Positiva la giornata per tutto il gruppo dei Cinghiali, la Scuola di MTB di Novi Ligure, che hanno conquistato la seconda posizione nella classifica a squadre, con un distacco di un solo punto rispetto alla prima squadra qualificata.

Appuntamento con la seconda prova dell’Alexandria Cup il 9 aprile a Mirabello Monferrato.

 

La Croce Rossa in bici, a scuola di mountain bike dai Cinghiali

Parte il primo servizio di assistenza su due ruote a Tortona: quattro volontari in mountain bike pedalano in soccorso

C.R.I. Tortona….ore 20.30. Margherita è una grande donna. Oltre ad essere una volontaria C.R.I., ha deciso di donare ben 4 mountain bike alla sua sezione, rendendole operative con tutta l’attrezzatura necessaria per il primo soccorso.

Gigi Fiorone, Presidente della scuola MTB I Cinghiali di Novi Ligure, dichiara: “È stata una bellissima esperienza ed un onore per noi della Scuola MTB I Cinghiali, il poter affiancare i volontari nella preparazione di un percorso classico di prova che riproduceva ostacoli necessari per l’apprendimento dell’equilibrio nella guida e per gli accorgimenti tecnici fondamentali nella “partenza” e “frenata”.
Questi ragazzi sono pronti a tutto: casco ben allacciato, freni pronti e tanta voglia di aiutare chi è in difficoltà. Un grazie di cuore a questi Angeli, da parte di tutti noi.”

A livello nazionale, nell’ambito delle attività della C.R.I., “la Croce Rossa in Bici” parte nel 2009 in via sperimentale, come un servizio di primo soccorso e assistenza su due ruote, che oggi si consolida ulteriormente presso la sezione di Tortona, dove è prevista la presenza di quattro operatori su 4 biciclette mountain bike. La squadra di bikers sarà infatti impiegata in aree e periodi con maggiore afflusso di cittadini, con l’obiettivo di dare loro assistenza in caso di necessità.

Lo scopo di questa iniziativa è di stabilire un contatto diretto e professionalmente  qualificato con l’infortunato e, quando sia necessario, allertare gli altri organismi competenti per il miglior coordinamento e la buona riuscita del soccorso, così da avere un triage più accurato.

Il servizio è attivo anche a Roma, Firenze, Milano, Bari, Catania, Rosignano Solvay, San Benedetto del Tronto, Sesto San Giovanni, Sorrento, Cremona, Ciampino, Arezzo, Fermo, Sansepolcro, Ariccia, Genzano, Lanuvio, Manfredonia e Cuneo.

Memorial Gino Bruno – gara MTB a Cascinagrossa

Domenica 19 marzo è iniziata l’attività agonistica anche per le categorie Giovanissimi della scuola MTB I Cinghiali.
In una bellissima giornata di sole primaverile, si è corso infatti una gara di MTB a Cascinagrossa, la prima edizione del Memorial Gino Bruno.
Il memorial aveva l’intenzione di ricordare una persona che ha dedicato buona parte della sua vita al ciclismo e che in molti ricordano come persona attiva con l’obiettivo di fare crescere il mondo a due ruote.
Le gare sono iniziate fin dalla mattina con le categorie dei ragazzi più grandi, esordienti, allievi e junior e le categorie amatoriali.
La giornata è partita con il buon auspicio per la squadra novese fino dalle gare mattutine, che hanno visto Enrico Calcagno, al suo primo anno negli Junior, guadagnare un terzo gradino del podio che lo ripaga di una buona preparazione invernale e che fa ben sperare per il Campionato Regionale che partirà tra qualche domenica.
Al pomeriggio invece via a tutte la categorie dei bambini più piccoli.
Su di un percorso veloce e compatto i primi a scendere in pista sono stati i piccolini di 7 anni, la categoria G1. Battesimo alle gare per in cinghialotto novese Elia Corte, di soli 7 anni, che nonostante una scivolata ha guadagnato il secondo posto dimostrando grinta e velocità.
Molto combattuta la categoria G3, 9 anni, con tre portacolori de I Cinghiali al via; buona la prestazione e la preparazione di Corte Nicolò e Fracchetta Simone arrivati a ridosso del podio, il percorso molto veloce rendeva molto difficle i recuperi nel caso di partenze non nelle prime posizioni. Guadagna invece il terzo gradino del podio Simonelli Davide; una terza posizione che sta un pò stretta perche dopo aver mantenuto la seconda posizione a lungo ha dovuto cedere ad un avversario e accontentarsi della medaglia di bronzo.
Bellissima e tiratissima la gara della categoria G4 che ha visto vincere a mani basse il portacolori de la Bicicletteria di Acqui Terme, Pernigotti Pietro. Alle sue spalle una lotta fino all’ultima curva per guadagnare le restanti posizioni del podio. peccato per il portacolori novese Murgioni Umberto che con una gran partenza e un elevato ritmo di gara ha tenuto testa agli avversari in seconda posizione per tutta la durata di gara ma che ha vanificato il podio con una scivolata all’ultima curva che lo ha relegato con molto dispiacere in quarta piazza. Ne ha approfittato l’altro Cinghiale Baccaglini Jacopo che anche lui con molta grinta ha fatto gara insieme al compagno Murgioni rimanendo in terza posizione fino a quando il suo compagno scivolando gli ha passato il secondo posto. Entrambi con una condotta di gara perfetta hanno contenuto i vari attacchi degli avversari delle altre squadre. Sfortunato invece Fiorone Federico che nonostante una ottima partenza nella testa della corsa, al primo giro causa una scivolata e il conseguente salto della catena è ripartito attardato e per lui non c’è più stata possibilità di recupero.
Per la categoria G5 un esponente de i Cinghiali, Pastorino Vasco ha condotto una gara in recupero dopo una partenza poco felice terminando la sua rimonta a ridosso del podio in quarta posizione. Molto brava anche Saponaro Alice, rappresentante rosa della squadra novese, ha vinto la categoria dimostrando ottima velocità anche nei confronti dei suo colleghi maschi.
Per la categoria 12 anni, G6, Tacchino Matilde, altra esponente rosa, ha conquistato la vittoria manifestando la sua tenacia e grinta in gara.
Per quanto riguarda i maschi Musso Filippo ha condotto e vinto a mani basse. Partito in testa ha impresso un notevole ritmo fin dalla battute iniziali di gara mantenendolo per tutta la durata della prova, nonostante nessun avversario lo impensierisse, ed è giunto al traguardo con un distacco importante sui diretti avversari.
Grazie ai risulati positivi di tutti i componenti, la compagine i Cinghiali è risultata la squadra a totalizzare il maggior numero di punti conquistando così con molto orgoglio il Trofeo Memorial Gino Bruno.
Buoni quindi i presupposti in vista della gara che si svolgerà domenica prossima 26 marzo ad Acqui Terme valida come prima prova dell’importante Challenge Alexandria Cup. Challenge a cui I Cinghiali tengono particolarmente e che è già stato conquistato nel 2015 e 2016.conquistato da I Cinghiali nel 2015 e 2016

 

Stagione MTB 2017 – Laigueglia….pronti….via……

E’ partita domenica 5 marzo in quel di Laigueglia la stagione 2017 per gli atleti della Scuola di MTB I Cinghiali di Novi Ligure.
In uno splendido scenario marittimo, sulle alture di Laigueglia si è corsa la prima prova del Campionato Italiano Giovanile di MTB. Presenti moltissimi ragazzi giunti da tutta Italia con gare che sono partite dal mattino e si sono protratte per buona parte della giornata.
Rappresentativa de I Cinghiali che non ha voluto mancare all’appuntamento oramai fisso nel calendario che apre la stagione di MTB.
Infatti dopo la preparazione invernale si sono presentati al via, in differenti categorie, tre rappresentanti della scuola novese.
Fiorone Nicolò al debutto nella categoria Esordienti, ha corso per fare esperienza dopo il notevole salto dalle categorie Giovanissimi. Si è comportato bene portando a termine una impegnativa gara su un percorso estremamente tecnico e impegnativo, nonostante una partenza dalle retrovie dello schieramento.
Daglio Riccardo, new entry nel gruppo novese, già due volte campione provinciale negli ultimi anni, quest’anno è passato nella categoria Allievi. Per lui una gara di inizio stagione servita per ritrovare il ritmo di gare molto tirete e impegnative.
Calcagno Enrico, da quest’anno entrato a far parte degli atleti Junior, categoria in cui il gioco si fa duro. Enrico è stato sfortunato fin dalle prime battute di gare dove alla prima discesa è incappato in una caduta in quanto si è trovato alcuni atleti a terra che gli ha compromesso il mezzo meccanico e quindi anche il restante tempo di gara.Dopo essersi fermato per sistemare la bici è ripartito con un notevole ritmo recuperando ancora posizioni ed avversari.
Soddisfazione e dievrtimento comunque per tutti i ragazzi che hanno corso sotto gli occhi del nuovo commissario tecnico nazionale ed ex campione Mirko Celestino.
Molti sono gli impegni che aspettano anche tutti gli altri ragazzi della scuola; a partire dai giovanissimi che affronteranno tutto il challenge Alexandria Cup e il Trofeo Primavera (campionato regionale) per poi partecipare al Campionato piemomtese XC Piemonte Cup riservato alle categorie dei ragazzi più grandi. Sono anche previste le partecipazioni di qualche atleta a gare di Campionato Italiano.