Alexandria Cup – 3^ prova – Boschi di Sezzadio

Pasquetta di gare e trionfo per I Cinghiali

Alla “Festa delle viole” di Boschi di Sezzadio, la Scuola Novese di Mountainbike conquista il primato nella classifica a squadre

Classico appuntamento di Pasquetta in quel di Boschi di Sezzadio, dove si corre da diversi anni il trofeo di mountainbike “Festa delle Viole”, quest’anno valido anche come 3° prova del challenge dedicata alle categorie giovanissimi, “Alexandria Cup”.
In una calda giornata primaverile, nonostante fosse una giornata di festa, la partecipazione al “Trofeo delle Viole” è stata copiosa, con bambini, genitori e squadre provenienti dalla provincia limitrofe e dalla Liguria.

Forti della vittoria di domenica scorsa, i ragazzi della Scuola di Novi Ligure sono stati presenti a darsi battaglia, per confermare il loro primato. E così è stato, grazie all’impegno e agli ottimi piazzamenti ottenuti nelle varie categorie. I Cinghiali hanno portato a casa anche il “Trofeo delle Viole” e con i punti conquistati, consolidano la loro posizione nella classifica a squadre dell’Alexandria Cup, confermando di essere la squadra da battere. Seconda classificata è giunta la squadra di Valenza e-evolution, mentre l’ottima compagine della scuola MTB di Quiliano, in provincia di Savona, si è aggiudicata il terzo posto.

Venedo alle cronache di gara della giornata, si parte con il piede giusto già nel giocociclismo, ovvero la categoria che comprende i bambini al di sotto dei sette anni al primo approccio con la mtb; conquista infatti il 3° gradino del podio, Elia Canobbio, il piccolissimo di soli quattro anni, ormai diventato la “mascotte” della scuola.

Per la categoria G1, al via Elia Corte che riesce a portarsi subito nella testa della corsa; tantissima la grinta e la voglia di pedalare che lo portano a superare due avversari, per giungere poi al traguardo con un meritatissimo 4° posto.

Molti gli alfieri schierati nella categoria G3, ben 5 componenti. Anche in questa compagine, ottimo lo spunto al via dei biker di Novi Ligure che, al primo giro, vedono Tommaso Trezza transitare secondo e Davide Simonelli terzo, mentre Simone Fracchetta, Giacomo Guastoni e Nicolò Corte devono districarsi dal gruppo dei numerosi partenti. Tommaso Trezza tiene il passo del primo concorrente per due giri, rompe gli indugi all’ultimo giro, lo sorpassa e vince. Molto bene anche Davide Simonelli che si qualifica 3° e mantiene questa posizione per tutta la gara, pur cercando una costante rimonta sul secondo che non riesce però a superare, seppur arrivandogli molto vicino. Simone Fracchetta 9° classificato, Giacomo Guastoni 10° e Nicolò Corte 11°, grazie all’ottimo lavoro di squadra che gli fa recuperare diverse posizioni, arrivando così a ridosso della topten.

Grande recupero anche per Filippo Guido della categoria G4 che, partendo nel fondo della griglia di partenza, riesce a giungere 5° malgrado non abbia potuto confrontarsi con i suoi avversari, quelli con cui battaglia normalmente, perché più fortunati e favoriti dalle estrazioni delle postazioni iniziali. Posizioni in griglia non fortunate anche per Jacopo Baccaglini che, lottando a denti stretti, raggiunge il 10° posto; Umberto Murgioni invece si qualifica 11°, chiudendo così a ridosso del suo compagno di squadra.

Nella categoria G5, bene lo spunto di Pietro Moncalvo che parte nella testa del gruppo, mentre invece Vasco Pastorino già al primo giro transita oltre la metà. Ma la gara è lunga e anche la tattica adottata ha la sua importanza. Moncalvo riesce a risalire al terzo posto che, a causa di un calo per l’eccessivo caldo della giornata, dovrà cedere, chiudendo così la sua competizione come 4° classificato; posizione ottima però la sua, che gli consente di mantenere il primato, nell’ambito della classifica generale di campionato. Molto determinato Vasco Pastorino che, grazie a un’eccellente progressione, riesce a risalire diverse posizioni e a chiudere nella topten con un 8° posto, con una qualifica che gli permette di conquistare molti punti necessari per il challenge in questione.
Sfortunata invece la prova di Alice Saponaro che, a causa di una foratura, pur trovandosi in terza posizione è costretta al ritiro.

Continua la marcia inarresatibile di Filippo Musso, nella categoria G6, che con la vittoria di Boschi di Sezzadio, conquista il terzo primato su tre prove. Enplein quindi per lui che, nonostante una partenza da centro gruppo, a testa bassa raggiunge e supera tutti i suoi avversari senza possibilità di replica. Buona la prestazione di Matilde Tacchino, che conquista il 3° gradino del podio e preziosissimi punti di campionato. Gara sfortunata invece per Alessia Silvano che, a causa di una brutta caduta durante l’ultimo giro, è costretta al ritiro.

Pasquetta molto positiva per la scuola MTB di Novi Ligure che conclude una fantastica giornata di sport all’aria aperta, con la soddisfazione di avere portato tutto il gruppo coeso a guadagnare una importante vittoria.

 

XC Piemonte Cup – Alexandria Cup – 2^ prova – Mirabello Monferrato

“Cinghiali avanti tutta!”
Domenica 9 aprile grandi risultati per la squadra Novese che conquista il 1° e 2° posto nell’ambito dei challenge “Alexandria Cup” e “6 ore” di Montoggio.

Doppio appuntamento per la compagine de I Cinghiali che, domenica 9 aprile, si è presentata in gran forze alla 2° prova dei Challenge di MTB “XC Piemonte Cup” e “Alexandria Cup” disputate entrambi a Mirabello Monferrato. Nella stessa giornata la squadra Novese ha partecipato, con un’altra formazione, anche alla “6 ore di Montoggio”, la gara di endurance a squadre disputata nella provincia di Genova.In quel di Mirabello le gare sono cominciate al mattino, dove le prime categorie a scendere sono state quelle degli Under 23, Elite e Junior.
In quest’ultima categoria si è schierato Enrico Calcagno, reduce da un terzo posto conquistato la domenica scorsa, 2 aprile, alla prima prova di Asti. Ottimo lo spunto al via; Enrico transita infatti in sesta posizione a ridosso del gruppetto dei primi che sembra intenzionato a scappare. Alto il ritmo di gara e molti gli avversari a giocarsi la competizione. Purtoppo, al secondo giro, a causa di un contatto con un avversario che gli fa perdere diverse posizioni, Enrico transita al decimo posto, che mantiene fino al traguardo, a causa di un percorso, dove i punti per poter sorpassare gli avversari sono veramente pochi.
A seguire le gare degli Esordienti. Anche in questo caso, ottimo lo spunto in partenza di Nicolò Fiorone, che si porta subito nel gruppo di testa, quasi a volersi rifare della rottura della catena avvenuta la domenica precedente. Nei primi giri Nicolò riesce a tenere alto il ritmo imposto alla gara, ma in seguito ad un calo dovuto allo sforzo fatto per mantenerlo costante, dovrà poi cedere alcune posizioni. Concude comunque nella top ten in 9° posizione.Buona anche la prestazione di Mattia Trezza, alla sua prima gara stagionale, che a ridosso della topten chiude in 11° posizione. Samuele Pastorino invece conclude in 18° posizione, nonostante una partenza dal fondo della griglia. Per gli Esordienti del secondo anno, Michele Gay chiude la sua gara al 28° posto, posizione che non rispetta le sue qualità.
Per la categoria Allievi una menzione particolare va fatta ad Andrea Parodi che, pur essendosi avvicinato alla MTB solo da poche settimane, con grande coraggio si è buttato nella mischia.Tantissimi i bambini presenti nell’ambito delle categorie Giovanissimi, con griglie quasi al numero massimo da regolamento. Giornata veramente calda, sia agonisticamente che metereologicamente.
Nella categoria dei G1 Elia Corte chiude in 9° posizione, nonostante una caduta che gli ha fatto perdere la possibilità di un miglior piazzamento.
Cesare Girotto, 8 anni, in rappresentanza della categoria G2, ha fatto una gara perfetta che lo ha visto gudagnare tantissime posizioni già al primo giro, transitando poi in 6° posizione, nonostante una non favorevole condizione di partenza. Nei restanti giri, ha raggiunto i suoi avversari più diretti e sorpassando il quinto e il quarto, è arrivato in volata a pochi centimetri dal terzo posto.
Grande battaglia nella categoria G3, con Tommaso Trezza che giunge 6°, cedendo la quinta posizione all’ultimo giro concluso, a causa di un salto di catena nel tratto finale di corsa. Nel top ten, Davide Simonelli conclude al 9° posto, Giacomo Guastoni chiude 11°, Simone Fracchetta 16° e Nicolò Corte 19°.
Tutte lodevoli le loro prove, perché caratterizzate da molta grinta.

Veramente affollata la griglia della categoria G4 e molto difficile districarsi nella bagarre iniziale in un percosro monotraiettoria. Conferma del buono stato di Filippo Guido che chiude 5°, anche se la posizione da lui conquistata non lo ripaga appieno. Stoica la prestazione di Jacopo Baccaglini, che arriva 9° guidando per tre giri in piedi, a causa di un problema alla sella. Grande impegno hanno dimostrato Federico Fiorone, diciottesimo, e Umberto Murgioni ventesimo.
Anche per Pietro Moncalvo, categoria G5, una decima posizione che però non rende giustizia, perché per una partenza dalle retrovie viene rallentato dai suoi avversari. Buona la prova di Vasco Pastorino che chiude nei primi venti. Sempre per la categoria G5, femminile, vittoria a mani basse da parte di Alice Saponaro.

Ultima categoria di giornata, quella dei G6, i ragazzi di 12 anni. In questo caso, a causa della sfortuna ai sorteggi per le posizioni nella griglia di partenza, Filippo Musso si trova in ultima fila dello schieramento. Ma con una partenza perfetta trova un corridoio che gli permette di portarsi già, prima dell’ingresso nel bosco, in terza posizione. Riesce a recuperare terreno sul secondo avversario che lo raggiunge. Nulla da fare per agganciare il primo, il tempo si è ormai esaurito, e mèntre Filippo è impegnato a duellare con il secondo, con un buon margine di sicurezza si aggiudica la vittoria. Due le ragazze portacolori della squadra novese sempre in questa categoria; Alessia Silvano chiude in 6° posizione, mentre Matilde Tacchino termina 7°.

Buone quindi le prestazioni di tutti i “Cinghiali”, che hanno permesso al team di Novi Ligure di conquistare il 1° posto nella classifica a squadre di giornata ed ottenere punti importanti nell’ambito della classifica assoluta dell’Alexandria Cup, consolidando così la leadership di campionato. Appuntamento per la 3° prova del challenge provinciale a Boschi di Sezzadio, lunedì prossimo 17 aprile, nella giornata di Pasquetta.

Da Mirabello Monferrato ci spostiamo a Montoggio, dove Richi Daglio e Tommaso Barbieri provano la prima esperienza in una gara di Endurance, nell’ambito della​ “6 ore di Montoggio”, in un Challenge ligure che comprende altri 4 eventi.
Schierati in un team 3 alle h 10 si da il via alle ostilità. Ottima partenza di Riccardo che, noncurante dell’essere il più giovane in griglia, parte a fionda a ridosso dei primi e conclude il primo giro al quarto posto consegnando un buon margine a Tommaso. Nelle tornate successive i due, coadiuvati dal capitano che gareggia come terzo cambio, gestiscono la situazione giro dopo giro, forti del vantaggio accumulato nel primo run, ed in totale controllo, dopo sei ore, chiudono la gara in 2° posizione, sia assoluta che di categoria​.
Ottima quindi la loro prestazione, che vede un favorevole riscontro di consensi personali sia per Richi che per Tommaso.

XC Piemonte Cup – 1^ prova – Asti

Podio per Calcagno Enrico dei Cinghiali che conquista il terzo posto nella 1° tappa di “XC Piemonte Cup 2017″”

Da diversi giorni le previsioni meteo davano acqua su Asti. È così e stato nella località di Valmanera dove, domenica 2 aprile, si è svolta la prima prova del campionato regionale di MTB “XC Piemonte Cup 2017” che, articolato in 9 tappe, decreta i campioni del challenge a partire dalla categoria degli Esordienti.
La copiosa pioggia che si è riversata sul percorso, ha costretto gli organizzatori a ridurre il numero di giri previsto nella gara, dato il dilatarsi dei tempi di percorrenza.
Nonostante ciò, il primo via è stato dato puntuale alle ore 10, per la partenza della prima categoria, quella degli Under 23, seguita a pochi secondi dagli Junior ed infine dai Master.

Nella categoria Junior, Enrico Calcagno dei Cinghiali. Con una partenza lanciata su asfalto e successivo ingresso nel bosco, si porta subito nel gruppetto di testa. Enrico guadagna posizioni prima di arrivare nei single track del bosco dove, a causa del terreno fangoso, si crea un rallentamento di marcia degli avversari davanti a lui che lo mette in difficoltà e gli fa perdere ritmo. Le condizioni in cui si corre sono veramente difficili. Al primo passaggio il portacolori novese si trova in sesta posizione e, all’inizio del secondo giro, inizia un forcing che lo vede raggiungere quasi subito il quinto e il quarto avversario, per poi mettersi alla caccia del terzo anche se aveva già circa 30 secondi di vantaggio. Nonostante le condizioni di aderenza praticamente nulla, a testa bassa, comincia a recuperare secondi, arrivando cosi alla ruota del suo terzo concorrente, a metà dell’ultimo giro. Con una tattica pressochè perfetta, lo attacca prima dell’ultima e insidiosa discesa, superandolo e dandogli un distacco tale che gli consente di raggiungere il traguardo con un margine di sicurezza. Grande la felicità di Enrico, per la conquista di un importantissimo terzo gradino del podio!

Nel primo pomeriggio erano previste le partenze delle categorie degli Esordienti e Allievi. Nel frattempo la pioggia ha cessato di scendere, rendendo però ancora più difficle il percorso a causa del fango diventato sempre più colloso.

Alle ore 14 viene dato il via alle ultime categorie della giornata. I più giovani si trovano a dover disputare una gara su un terreno al limite della trazione, che ha costretto tutti i concorrenti a percorrere molti tratti a piedi, in quanto era impossibile salire o scendere con la biciclietta. Diversi gli esponenti del team novese, tra questi Riccardo Daglio, della categoria Allievi, sempre molto veloce e generoso. Nonostante una partenza avvenuta non nel gruppetto di testa, la sua gara ha avuto un buon ritmo che gli ha consentito di recuperare parecchie posizioni, per quanto sia stata molto difficile e faticosa. È giunto al traguardo in 9° posizione, a causa di una scivolata che, a pochi metri dalla fine, ha permesso a un suo avversario di sopravanzarlo. Per lui, essere riuscito a qualificarsi nella topten, malgrado le diverse problematiche al cambio, è stata una buona iniezione di fiducia per le prossime gare.

Parecchie inoltre le rotture e i problemi meccamici dovuti all’eccessivo accumulo di fango sulle bici; Nicolò Fiorone, ad esempio, a causa della rottura della catena si è dovuto ritirare dopo solo un giro di gara.

A lottare invece, prima con la morsa del fango e successivamente con gli avversari, Michele Gay e Samuele Pastorino, entrambi della categoria degli Esordienti, hanno terminato la loro gara con un notevole dispendio di energie e allo stremo delle loro forze. Un plauso per i due bravissimi Cinghiali che, stringendo i denti, hanno saputo portare a termine la loro prova con una dimostrazione di grande crescita agonistica.

Il prossimo appuntamento con la “XC Piemonte Cup 2017” sarà domenica 9 aprilea Mirabello Monferrato, dove contemporaneamente si correrà anche la prova del challenge per i giovanissimi “Alexandria Cup”. In questa prossima occasione, la squadra novese dei Cinghiali sarà presente al completo, per una nuova giornata di sport e agonismo e per portare a casa dei buoni risultati.