22 aprile 2018 – XCO nazionale giovanile – Terme di Tabiano (PR)

Nuova esperienza per i ragazzi de I Cinghiali di Novi Ligure. Domenica 22 aprile alcuni portacolori della squadra novese di MTB hanno avuto la loro prima esperienza in gara a carattere nazionale. Si è corsa vicino a Salsomaggiore Terme infatti una gara valida come nazionale giovanile a cui hanno presenziato squadre provenienti da tutta italia. Ottima esperienza di crescita agonistica visto l'alto livello tecnico dei partecipanti. Da quest'anno la scuola novese ha pianificato la partecipazione a gare di carattere nazionale, campionato italiano ed europeo e qualche gara anche in svizzera, terra dei più forti biker attualmente sulla scena mondiale.
Puntualissima alle 9 la partenza per gli esordienti maschi, ragazzi di 13 e 14 anni, con un Filippo Musso al via molto carico per questa sua partecipazione di carattere nazionale.
Nonostante una non favorevole posizione in griglia di partenza comunque Filippo è spuntato in maniera perfetta dalla quinta fila per cercare di guadagnare subito posizioni sulla prima salita iniziale. Salita di 1 km in cui si poteva fare la differenza, Musso riesce in questo primo tratto a risalire e al primo passaggio a metà percorso transita in undicesima posizione. Alto il ritmo di gara con i primi tre che tendono subito a scappare via nella seconda parte del percorso all'interno del bosco, la parte dove era molto più difficile sorpassare. Le prima battute di gara sono ad un ritmo elevato che Filippo sembra sostenere nel migliore dei modi, anzi nei tre giri previsti rimonta diverse posizioni tagliando il traguardo in sesta posizione. 
Terminata la gara dei maschi è stata la volta delle femmine, anche'esse molto numerose e agguerrite. Alessia Silvano e Matile Tacchino entrambe esordienti hanno affrontato un percorso con alcuni tratti estremamente tecnici e di notevole impegno fisico. Buone le prove delle ragazze con la Silvano che termina in dodicesima posizione e Tacchino in quattordicesima. Al via alla gara nazionale anche la categoria Junior, presente Enrico Calcagno. Buono lo spunto in partenza che lo porta nel gruppo che guida la corsa sulla prima lunga salita ma purtroppo nel primo single track in discesa un salto di catena costringe il biker a fermarsi per sistemare la noia meccanica. Purtroppo essendo successo nelle prime fasi di gara con il gruppo ancora compatto vede Enrico costretto a ripartire dall'ultima posizione. Senza perdersi d'animo a testa bassa Calcagno forza per due giri per risalire posizioni. Ma con il caldo della giornata Enrico preferisce gestire la situazione senza attaccare per altri due giri e riservarsi un ultimo giro ad un ritmo più elevato. Supera infatti ancora diversi avversari durante l'ultimo giro e finisce in ventesima posizione. Sicuramente una posizione di classifica che non ripaga il buono stato di forma di Enrico, svantaggiato dala salto di catena.
Gara di carattere regionale per i più piccoli delle categorie giovanissimi, impegnati con la seconda prova del Trofeo Primavera. Affollattissima di bambini tanto da costringere gli organizzatori a doppie manche in quel di Canelli. Divertente il percorso artificiale con curve paraboliche, salti, dossi per il divertimento di tutti gli intervenuti. Ottima la prestazione di squadra della scuola di MTB I Cinghiali con 14 bambini presenti. Nonostante abbia iniziato da pochissimo con le gare, ottima grinta e un settimo posto per Tommaso Fossati nei G2 e buona performance nella stessa categoria per Elia Corte che chiude nella top ten. Due podi nella categoria G3 corsa su due manche con un terzo per Giovanni Bosio e un'altro terzo per Cesare Girotto. In crescita, nonostante un piccolo infortunio al piede per Nicolò Corte dei G4, che ha disputato una bellissima gara chiudendo nono; sembra invece non riuscire a togliersi la sfortuna da dosso Davide Simonelli, veloce biker novese, che in queste prime gare è stato bersagliato da problemi in corsa, per lui un contatto con un avversario nei primi metri di gara lo hanno costretto a ripartire dal fondo del gruppo ma si è prodigato in una forsennata rimonta che lo ha visto finire a ridosso della top ten in undicesima piazza.
Sempre per i G4 si conferma molto rapido Tommaso Trezza che finisce quinto dopo un lungo duello con alcuni avversari, Simone Fracchetta dopo un non facile avvio chiude diciottesimo.
Come sempre rapido in partenza Jacopo Baccaglini, spunta benissimo dal gruppo e tiene il passo per alcuni giri ma purtroppo a causa del gran caldo e del ritmo iniziale sostenuto, perde posizioni finendo tredicesimo. Ottima le prestazioni di Umberto Murgioni, scattato ottimamente al via si porta nel gruppo di testa e tiene il ritmo per tutta la durata di gara finendo quinto; più sfortunato Federico Fiorone chiamato ultimo in griglia di partenza ma nonostante ciò si prodiga in un fantastico recupero che lo porta fino al settimo posto.
Ultima gara di giornata per i più grandi della categoria G6. Bellissima gara per Tommaso Bosio, il forte portacolori novese ha fatto una gara al di sopra delle righe. Lo spunto inziale a causa del tanto traffico in partenza lo vede transitare negli inseguitori che tentano di raggiungere il gruppetto di testa. Al primo pasaggio è nono ma senza risparmiarsi macina terreno e avversari fino a tagliare il traguardo stremato in terza posizione, in volata con il secondo. Federico Barbieri della stessa categoria sfiora la top ten giungendo in undicesima posizione.
Appuntamento per tutta la squadra al completo domenica 29 Aprile in quel di Pecetto di Valenza dove correrranno tutte le categorie giovanili.

8 aprile 2018 – Young MTB Trophy – 1^prova – Grinzane Cavour (CN)

Cinghiali in terra di vino

La squadra novese, la cui maglia parla di Cortese di Gavi, conquista un secondo posto di rilievo in terra di Barolo.

Il teatro di gara è stato a Grinzane Cavour, a pochi KM di distanza da Alba, in una fantastica location di colline sovrastate dal castello di Grinzane dichiarato patrimonio dell'Unesco, immersi tra splendidi vigneti. E' stata una domenica piena di competizioni, fin dal primo mattino si sono susseguite gare fino al tardo pomeriggio con record di iscritti in tutte le categorie tanto da costringere gli organizzatori ad un super lavoro di preparazione delle composizioni dei partenti. Corridori provenienti soprattutto dal Piemonte in quanto la gara era valida come prima prova del campionato regionale ma anche da regioni limitrofe come Liguria e Lombardia.

Presente anche i rappresentanti de I Cinghiali, che hanno iniziato la giornata subito alla grandissima. I primi a scendere i pista sono stati gli Esordienti; tre i gara i ragazzi di Novi Ligure: Filippo Musso e due ragazze Alessia Silvano e Matilde Tacchino.
Prima partenza per il nutrito gruppo dei maschi con Filippo Musso che si porta subito nelle posizioni di testa fin dalla prima lunga salita. La gara si delinea subito con la lepre di testa Carlo Bonetto e a seguire il biker novese. Sembra di rivivere i duelli della scorsa stagione dove i due hanno combattuto per tutta la stagione lasciando ben poco spazio agli avversari. Bonetto cerca di allungare subito forzando il ritmo e Musso fa altrettanto nei confronti del terzo concorrente. Tutte le battaglie avvengono infatti alle loro spalle e la gara termina con Bonetto primo Musso secondo staccati da tutti gli altri di un notevole vantaggio.
Ottima la prestazione di Filippo in campo regionale e una notevole iniezione di fiducia per il prosieguo del campionato.
Seconda partenza per le ragazze che impongono subito un ritmo molto alto anche loro. Alessia Silvano parte molto forte e paga un piccolo errore nella salita ma chiude comunque con una ottima quinta posizione e subito settima Matilde Tacchino, entrambe alla prima esperienza nella categoria esordienti.
Alle 11 in punto partenza degli Allievi con Riccardo Daglio in rappresentanza della squadra novese. Spunto fortissimo, tanto da fare le prime parti di gara in testa alla corsa, che forse lo fa andare un pò fuori giri e quindi costretto ad abbassare un pochino il ritmo elevatissimo. A metà gara si assesta vicino alla top ten e sembra poter mantenere un buon passo, infatti termina la gara in dodicesima posizione. 

Al pomeriggio gare dedicate invece alle categorie giovanissimi, una nuvola di bambini si sono sfidati all'interno del bike park ai piedi dal castello con molto divertimento da parte di tutti.