Campionato Provinciale MTB esordienti-allievi – Pian del Poggio

“Con tende e biciclette i Cinghiali conquistano Pian del Poggio: primi assoluti nella classifica a squadre del Trofeo delle 4 Province di mountainbike”

Straordinaria partecipazione della squadra Novese che, sabato 15 luglio, si è accampata a Capanne di Cosola (provincia di Alessandria) per poi conquistare le classifiche del “Trofeo delle 4 Province” che si è svolto domenica 16 a Pian del Poggio (una frazione di Santa Margherita di Staffora, nella provincia di Pavia), crocevia del confine di tre regioni che s’incontrano proprio in quel punto dell’ Appennino.

L’aria fizzante del mattino, dei 1400 mt di altitudine, si è cominciata a scaldare subito poco prima del via della gara per Esordienti e Allievi, valida come prova unica per l’assegnazione dei titoli di “campioni provinciali mtb 2017”.
Alle 11 in punto infatti, Esordienti primo e secondo anno hanno corso su un tracciato molto impegnativo per le ripide salite, in quella che era la pista da sci. Per gli Esordienti secondo anno si sono schierati Michele Gay e Alberto Grassano che hanno chiuso rispettivamente quarto e quinto, nonostante un piccolo problema tecnico per Michele.
Per gli Esordienti primo anno invece, ottimo lo spunto iniziale di Nicolò Fiorone che ha preso subito la testa della corsa, scollindando nel punto più alto in prima posizione, cedendo poi il comando al suo più diretto avversario, forse a causa di una partenza “a tutta” che gli ha consumato parecchie energie per mantenere il ritmo che aveva imposto inizialmente alla gara. Nicolò ha concluso in quinta posizione, seguito da Samuele Pastorino in sesta, settimo Simone Aguiari, Mattia Bauce ottavo e Saverio Manca nono.

Poi è stata la volta degli Allievi, con l’esponente de i Cinghiali Tommaso Barbieri favorito in partenza per la conquista del titolo provinciale.
Partito in maniera accorta, senza spingere troppo sulla salita iniziale, ha guadagnato posizioni per tutto l’arco della gara, fino a chiudere terzo assoluto e primo atleta della provincia, conquistando così la maglia bianco crociata. Ottima la prestazione di Andrea Parodi, altro portacolori del team novese, che chiude in quinta posizione e che continua a crescere di gara in gara, dimostrando un’ ottima predisposizione per la salita.

Molto numerosi i bambini, dai 7 ai 12 anni, presenti per disputare la quinta prova del challenge Alexandria Cup, che si è svolto nel pomeriggio davanti a una platea gremita di genitori e turisti.
Con partenze invertite dalla consueta scaletta, il challenge è iniziato con i dodicenni più esperti della categoria G6. L’ esponente de I Cinghiali, Filippo Musso, si sta distinguendo sempre più da inizio stagione. Con una partenza in testa, ha poi dovuto cedere la posizione al suo “unico” avversario Carlo Bonetto. Da inizio stagione, i due biker si stanno giocando tutte le gare senza lasciare spazio a nessun altro ragazzo, per l’altissimo livello che li accomuna. Filippo si è aggiudicato il secondo gradino del podio. Bene anche la compagine delle ragazze, su un percorso impegnativo e con molti passaggi tecnici; che hanno chiuso in quarta posizione Alessia Silvano e in quinta Matilde Tacchino.

Entusiasmante la gara della categoria G5, dove gli esponenti de I Cinghiali presenti erano Giacomo Landolina, Pietro Moncalvo e Vasco Pastorino. Molto numerosi i ragazzi partenti in questa categoria, quindi importante la posizione in griglia. Al via, dopo poche tornate, Landolina riesce a portarsi subito in seconda posizione a stretto contatto con il primo. Moncalvo invece, partendo in ultima fila, fatica a risalire un pò nel traffico del primo giro, ma non appena arriva alla prima lunga salita, riesce a conquistare la terza posizione che mantiene egregiamente fino alla fine. Davanti è un duello tra Landolina e D’Urso, esponente de La Fenice, che mantiene comunque la prima posizione. Il portacolori novese però non lo molla neanche di un millimetro. A poche curve dal traguardo, a causa di una scivolata del primo che si sentiva Landolina alle calcagna, la strada viene spianata all’alfiere della squadra novese, che conclude vittorioso la sua gara. Regolare la gara di Vasco Pastorino che, a causa di una non perfetta partenza, ha dovuto correre in rimonta chiudendo con una più che onorevole sesta posizione.

Sempre folto il gruppo di ragazzi novesi in rappresentanza della categoria G4. Anche in questa categoria, molto coinvolgente la battaglia tra i primi due per contendersi la vittoria: Pietro Pernigotti (La Bicicletteria) e il corridore novese Filippo Guido.
Con un bellissimo e corretto gomito a gomito per tutta la gara, il portacolori di Acqui Terme vince con Guido, a pochissima distanza sul traguardo. Nonostante un problema meccanico della sua bicicletta, Jacopo Baccaglini chiude in sesta posizione, seguito da Umberto Murgioni in settima, che dimostra prestazioni in crescita e ottima tecnica di guida. Federico Fiorone chiude la gara in undicesima posizione, a causa di una non perfetta condizione fisica. Lorenzo Fossati, svantaggiato dall’ultima posizione in griglia, tenta un difficilissimo recupero, visto l’alto livello di tutti gli avversari, terminando in tredicesima posizione.

Per la categoria G3 sale sul terzo gradino del podio Trezza Tommaso, che continua a dimostrare le sue ottime potenzialità che lo portano sempre nelle zone alte della classifica. Molto positiva anche la prova di Davide Simonelli che, grazie ad un ottimo recupero, guadagna la quarta posizione a ridosso di Trezza. Qualche errore di troppo ha relegato Nicolò Corte in nona posizione. Piazzati invece in decima e undicesima posizione, Simone Fracchetta e Giacomo Guastoni.

Cavalcata solitaria per Cesare Girotto, della categoria G2, che agguanta subito il comando della gara fin dalla prima curva, e allungando sugli avversari la mantiene fino al traguardo, senza che nessuno lo possa impensierire.

Ultima categoria di giornata i piccolini G1 di 7 anni, dove il grintoso Elia Corte chiude in una ottima seconda posizione. Molto bene la sua gara con una ottima partenza e un ottimo primo giro, dove riesce a librarsi dalla mischia degli avversari conquistando il podio. Sfortunata la gara invece per Lorenzo Tassistro, che subito dopo pochi metri si aggancia con un avversario, finendo così entrambi a terra. Ha la peggio il portacolori novese che, nella caduta, incastra la catena nel telaio della bici, perdendo molto tempo prima di riuscire a ripartire. Chiude in ottava posizione.

I Direttori Sportivi della squadra novese sono stati molto soddisfatti per i buoni risultati di tutti i componenti del Team, che hanno permesso alla scuola MTB I Cinghiali di aggiudicarsi il “Trofeo delle 4 Province” come “prima squadra assoluta”, completando egregiamente la più che positiva giornata.